Doppia strage a Baghdad, cristiani nel mirino. Decine le vittime

8 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Oltre 50 persone sono state uccise e almeno cento sono rimaste ferite in una serie di attacchi contro la minoranza cristiana a Baghdad.

L’attentato più grave – dove si contano 35 vittime e oltre 50 feriti – è stato causato dallo scoppio di tre bombe in un mercato di Al Dura, nel sud della capitale irachena. Al Dura è un quartiere a maggioranza sunnita, ma ospita un’importante comunità cristiana.

Quasi in contemporanea, oltre 10 persone sono state uccise e 14 ferite, al termine della messa di Natale, da un’autobomba esplosa all’esterno di una chiesa.

I cristiani iracheni sono spesso obiettivo delle violenze settarie e in molti sono fuggiti dal Paese: il loro numero si è drasticamente ridotto, passando dai quasi 2 milioni del 2003, agli appena 500 mila attuali.

Gli attacchi terroristici nel Paese hanno causato, durante il solo mese di novembre, quasi 950 vittime.

0 commenti