Natale di piogge, venti record e inondazioni in Europa

5 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
La tempesta Dirk che ha colpito le coste dell’Europa occidentale tra lunedì e martedì, si è spostata verso est. In Francia tre dipartimenti restano ancora in stato di allerta: il Finistère, il Morbihan e l’Ile-le-Vilaine. La raffica più potente è stata registrata nei Pirenei atlantici, 228km/h. Nel dipartimento della Saona e Loira il vento ha portato via il tetto di una scuola.

“Pensavo fosse un aereo. C‘è stato un rumore assordante. Abbiamo avuto paura. Poi ci sianmo resi conto che si trattatava del tetto della scuola di fronte che è volato via ed è finito qui”.

Problemi per il vento anche in Polonia, in particolare nella città di Zakopane, dove residenti e vacanzieri sono rimasti senza elettricità per ore e dove numerosi tetti e alberi sono stati sradicati.

In Gran Bretagna oltre 150 case sono state inondate, principalmente nel Kent e nel Surrey. Oltre 50 mila persone sono rimaste senza elettricità e per molti la corrente elettrica non potrà essere riattivata fino a Santo Stefano. I meteorologi britannici annunciano un nuovo peggioramento venerdì.

0 commenti