In Pakistan i cristiani celebrano il Natale nella paura

askanews

per askanews

901
12 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Peshawar (askanews) - In Pakistan i cristiani si preparano a celebrare un Natale nella paura, soprattutto a Peshawar fra i sopravvissuti al più sanguinoso attentato mai avvenuto contro i cristiani nel Paese.
Qui, nella piccola cattedrale di Ognissanti, nel settembre 2013 un doppio attentato suicida ha ucciso 82 persone che stavano uscendo da messa, fra loro moltissimi bambini. La facciata porta ancora i segni delle biglie di metallo che gli attentatori hanno mischiato all'esplosivo per provocare il maggior danno possibile. "Nessuno festeggia il Natale, perché tutti sono tristi. Ogni famiglia ha perso una o due persone. Cosa dobbiamo festeggiare? Non ci sarà gioia quest'anno"
"I nostri tre fratelli martiri nell'attacco ci mancano, così come la moglie di mio fratello e due bambini", racconta quest'uomo.
In occasione del Natale nell Chiesa sono state rafforzate le misure di sicurezza, mentre ancora non si sono visti i 7.000 euro promessi dal governo per riparare i danni all'edificio.
(Immagini Afp)

0 commenti