Advertising Console

    La Fed riduce di 10 miliardi l'acquisto di debito pubblico Usa

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    705
    1 visualizzazione
    Sono passati quattro anni da quanto la Federal Reserve ha deciso di stampare moneta per sostenere l’economia.

    L’ultimo dei tre programmi di stimolo (basato sull’acquisto di titoli del tesoro e bond ipotecari per 85 miliardi di dollari al mese) potrebbe vedere un primo, parziale rallentamento proprio questo mercoledì.

    Al termine della due giorni del comitato direttivo scopriremo se, secondo Ben Bernanke e colleghi, i miglioramenti economici delle ultime settimane (occupazione, imprese, ma anche l’accordo al Congresso sul bilancio) giustificano una frenata.

    Molti scommettono per un inizio del cosiddetto “tapering” a metà marzo, ma secondo altri siamo ormai al 50-50 di probabilità.

    Se dovesse cominciare davvero già da dicembre, secondo ogni probabilità, la Fed ribadirà comunque il suo impegno a mantenere tassi di interesse bassi ancora per molto tempo.

    La soglia della disoccupazione indicata per un possibile rialzo era stata fissata al 6,5%, ma potrebbe venire rivista o, visto il basso livello di inflazione, la banca centrale potrebbe aggiungere nuove condizioni.