Milano regina d'Europa nel car sharing, 1.300 auto in sei mesi

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (askanews) - Per prendere a noleggio, anche solo per qualche minuto, una di queste Fiat 500 che l'Eni sta sparpagliando per le strade di Milano non servono né chiavi né tessere, ma un semplice telefonino, meglio se di ultima generazione. E' il servizio Enjoy, in collaborazione con Fiat e Ferrovie dello Stato, con il quale l'azienda del cane a sei zampe sfida le Smart del concorrente Car2go e fa lievitare la flotta di auto pubbliche del capoluogo lombardo fino a quota 1.300. Merito della liberalizzazione voluta dal sindaco Giuliano Pisapia, che in soli sei mesi ha fatto del car sharing un fenomeno di costume che sta cambiando il modo di spostarsi in città: "E' una sfida enorme che ha già fatto di Milano la città europea con il migliore e maggiore utilizzo delle auto condivise". L'iscrizione al servizio Enjoy, presentato dall'amministratore delegato dell'Eni Paolo Scaroni, è gratuita. Non ci sono posti fissi di ritiro o di consegna, e si spendono 25 centesimi di euro al minuto. Se si vuole però tenere l'auto a disposizione anche durante la sosta, la tariffa scende a 10 centesimi. "Lo facciamo a Milano, lo faremo in altre città italiane, lo faremo all'estero e quindi lo consideriamo come una evoluzione del nostro business raffinazione e marketing". Le prime città nelle quali Eni intende estendere il servizio, se l'esperimento di Milano avrà il successo sperato, sono Roma e Torino.

0 commenti