iPad mini con Retina display: tablet rinnovato vince in praticità

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
42 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (askanews) - Più piccolo, sottile e leggero ma con le stesse caratteristiche tecniche: iPad mini con Retina display si presenta come il fratello minore del modello Air. Apple, con un cambio di strategia, li ha fatti debuttare insieme sul mercato e lascia la scelta all'utente in base alle proprie esigenze. Il mini è sicuramente più pratico da usare e trasportare, perchè sta comodamente in mano, in borsa o dentro una tasca capiente.
La differenza è solo in peso e dimensioni: 341 grammi contro 478 per il modello WiFi più cellular, schermo da 7,9 contro 9.7 pollici. Per capire la vera novità del tablet bisogna metterlo a confronto con la generazione precedente di iPad mini: sul modello più piccolo debutta il display Retina, con 3.1 milioni di pixel, risoluzione 2048x1536 pixel a 326 ppi (pixel per pollice), quattro volte quella del modello precedente. La migliore definizione dei dettagli si nota nella visione delle foto ma anche semplicemente leggendo il testo di un e-book.
L'altra differenza chiave rispetto al primo mini è il processore: l'A6 ha lasciato il posto all'A7, che vanta prestazioni di Cpu e di grafica 4 e 8 volte superiori, mantenendo 10 ore dichiarate di autonomia della batteria. Il chip include l'architettura desktop a 64 bit che permette app più veloci e giochi più coinvolgenti, facilitati dal coprocessore di movimento M7: tra le app ottimizzate c'è Vjay per il mixaggio musicale di audio e video.
La videocamera Facetime HD per video a 720p ha il rilevamento dei volti e il sensore backside illumination, presente anche nella fotocamera iSight da 5 Megapixel, che resta la stessa della generazione precedente. Rispetto al passato migliora la connessione Wireless, con prestazioni raddoppiate grazie alla doppia antenna e alla tecnologia Mimo, per una trasmissione dati che arriva a 300 Mbps. Raddoppia anche il microfono, il sistema accentua quello più vicino alla camera usata, ad esempio nella realizzazione delle videochiamate.
Il tablet sfrutta poi al meglio la nuova versione del sistema operativo: iOS 7 è stato concepito proprio per gli ultimi tablet della Mela morsicata, che possono sfruttare le 475mila app dedicate dell'App Store.

0 commenti