Shinawatra: "In Thailandia non ci sarà nessun colpo di Stato"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

911
9 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Bangkok, (askanews) - In Thailandia non ci sarà un nuovo colpo di Stato. Parola del premier Yingluck Shinawatra, sorella dell'ex presidente Thaksin al centro delle contestazioni di piazza dell'opposizione che chiede di rovesciare il regime con il sostegno dell'esercito. "Non penso che i militari lo faranno ancora - dice il primo ministro riferendosi al golpe del 2006 - le esperienze passate non hanno dato risposte e chi diede inizio alla rivolta si è pentito perchè ha capito che non ha risolto i problemi".
L'esercito si è limitato a schierare dei militari non armati a difesa dei palazzi del governo, ma ha evitato il ricorso alla violenza, suggerendo una soluzione politica alla crisi. L'opposizione ha proposto la creazione di un Consiglio del popolo non eletto che elimini l'influenza dell'ex premier Thaksin che, accusa, guida la sorella dall'esilio: lei ha indetto elezioni anticipate per il 2 febbraio.
"Noi ora siamo sotto la Costituzione e in democrazia e dobbiamo seguirla, non so come queste proposte si inquadrino nella forma di governo: possiamo invece decidere insieme di fare riforme politiche" suggerisce Shinawatra, che non rivela se sarà candidata alle elezioni. Da quando è diventata una monarchia costituzionale, nel 1932, la Thailandia ha visto succedersi 18 tentativi di colpo di Stato tra falliti e riusciti.
(immagini Afp)

0 commenti