9 dicembre Forconi, il Sindaco di Andria incontra i manifestanti: "inutile metterci l'uno contro l'altro"

Prova il nostro nuovo lettore
VideoAndria
25
77 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.videoandria.com/

► Seguici su Facebook! » http://goo.gl/PpL4xY «
► Seguici su Twitter! » http://goo.gl/ko9PAx «
► Iscriviti al nostro canale! » http://goo.gl/LaCpB3 «

"E' giusto protestare, ma ora è giunto il momento di proporre qualcosa di concreto ed in maniera democratica".

Queste le parole del il Sindaco di Andria che oggi ha deciso di perlustrare la zona del centro cittadino per constatare la situazione sociale nei confronti soprattutto dei commercianti di Andria. Da ieri 9 dicembre 2013, infatti, attraverso la giornata di mobilitazione nazionale indetta da un coordinamento formato anche dal Movimento dei Forconi, una gran fetta del popolo italiano ha deciso di fermare ad oltranza attività commerciali e trasporti. Non sono mancati però momenti di tensione ad Andria, dove diversi commercianti hanno denunciato il fatto di essere stati costretti a dover chiudere la loro attività con episodi violenti ed intimidazioni. Una drammatica guerra tra poveri e tra chi vorrebbe continuare a fermare questo sistema bloccando l'economia e chi ha comunque bisogno di continuare a lavorare. Qualche minuto dopo la voce sul Sindaco per strada, una folla di manifestanti ha raggiunto il primo cittadino, spiegando i motivi della protesta. Giorgino ha spiegato loro che la rabbia e il malcontento generale generati dalla malapolitica del governo centrale sono giustificati, ma al contempo, afferma il primo cittadino di Andria, è inutile metterci l'uno contro l'altro impedendo a chi vuole continuare a lavorare di non ricevere quel giusto necessario per vivere la giornata. Una guerra tra poveri che non risolverà molto se non si va uniti contro il problema principale e in maniera costruttiva contro le decisioni del governo nei confronti dei comuni e quindi dei cittadini.

0 commenti