Sequestrati beni per 50 milioni a imprenditore trapanese

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
5 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Trapani (askanews) - Beni per un valore complessivo di oltre 50 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Dia di Trapani a Giuseppe Amodeo, 58enne, e ai suoi familiari. Il noto imprenditore del settore edile e turistico alberghiero, era stato arresto nel luglio del 1998 e condannato per essere stato "a disposizione" dei più autorevoli esponenti mafiosi del calibro di Antonino Melodia e Vincenzo Virga.
Pur non risultando ufficialmente "affiliato" a Cosa nostra, dai processi è emerso come Amodeo non si sia fatto scrupoli ad entrare in rapporti di affari con le imprese mafiose, per assicurarsi lauti guadagni, che hanno posto le basi del suo successo economico-imprenditoriale.
Fra i beni sequestrati un prestigioso villaggio turistico; quote sociali; oltre 10 appezzamenti di terreno; 59 fabbricati; 12 autoveicoli; 13 conti correnti.

0 commenti