Sciopero autotrasporto, il Garante ai Forconi: pronti a sanzioni. Allerta del Viminale che teme infiltrazioni estrema destra

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

878
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Il movimento dei Forconi torna a minacciare il Paese. Una mobilitazione, dalle 22 dell'otto fino al 13 dicembre, rischia di paralizzare l'intero Stivale. Un copione già visto quasi due anni fa, nel gennaio 2012, quando bloccarono i trasporti in tutta la Sicilia provocando disagi a cascata anche nel resto d'Italia. Mentre in tutta la Sicilia è scattata la psicosi con la corsa al pieno di benzina, il Capo della polizia, Alessandro Pansa, ha autorizzato, con una circolare a prefetti e questori, ogni mezzo che possa evitare i blocchi. Anche l'Autorità garante degli scioperi ha fatto sapere che "non esiterà ad applicare le sanzioni", ribadendo che la mobilitazione è autorizzata dalle 24 dell'otto dicembre. Al Viminale l'attenzione è massima, anche perchè si temono pericolose infiltrazioni da parte di movimenti di estrema destra come Casa Pound e Forza Nuova. A essere sotto la lente, oltretutto, non c'è solo la Sicilia ma anche il Piemonte e alcune regioni del nord-est. Dal canto loro i Forconi hanno garantito che in Sicilia non ci saranno blocchi ma solo uno sciopero con volantinaggi e incontri pubblici nelle piazze. I toni minatori dei messaggi recapitati ad alcuni autotrasportatori siciliani non lasciano ben sperare.

0 commenti