Trasformare Santa Sofia in una moschea? Polemica in Turchia. Attualmente è un museo

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (TMNews) - Visitata ogni anno da milioni di turisti, la basilica di Santa Sofia è uno dei luoghi simbolo di Istanbul. Ma oggi è al centro di un'accesa disputa, dopo la proposta del vicepremier turco di riconvertirla in una moschea. "I documenti catastali indicano che Santa Sofia è una moschea, che ospita tombe, spazi pubblici, un luogo dedicato alla preghiera, alla meditazione e una scuola teologica. Quindi, se ci atteniamo ai documenti, Santa Sofia è una moschea", ha sottolineato il vicepresidente del partito della grande unione, filo-islamico. Costruita nel V secolo, Santa Sofia fu il più importante monastero di Istanbul in epoca bizantina, prima di essere trasformata in moschea dagli ottomani nel XV secolo e diventare un museo, nel 1935, su ordine di Ataturk. Per Mihail Vassiliadis, direttore di un quotidiano greco edito in Turchia, la soluzione migliore sarebbe mantenere lo status quo: "Per mantenere i buoni rapporti tra le due comunità sarebbe meglio se rimanesse un simbolo di questa coabitazione". Immagini: Afp

0 commenti