Armenia, in piazza contro l'arrivo di Putin: "Torna a casa"

6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Più vicini a Bruxelles fuori dall’influenza di Mosca. Alla vigilia dell’arrivo del presidente russo Vladimir Putin in 500 hanno manifestato nella capitale armena, contro la sua proposta di adesione all’unione doganale che comprende Russia, Bielorussia e Kazakistan. Un centinaio di persone sono stati arrestate dopo gli scontri con la polizia.

L’Unione doganale è un progetto di cooperazione regionale che dovrà sfociare nel 2015 nell’Unione eurasiatica, per Mosca rappresenta un partenariato strategico che impedirebbe l’espansione dell’influenza europea ad Est.

Chi manifesta accusa la Russia di fare pressione sull’Armenia aumentando il prezzo del gas comprato da Mosca, e firmando alcuni contratti sulla fornitura di armamenti con l’Azerbaigian, paese vicino ed ostile all’Armenia.

0 commenti