Filippine: aiuti dal Giappone

6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Unità giapponesi arrivano in soccorso della popolazione filippina.

Un hovercraft ha trasportato a Tacloban una squadra delle forze di autodifesa nipponiche, armata di jeep e attrezzature.

Tokyo fornisce aiuti per circa 40 milioni di euro alle vittime del tifone, oltre a medici e militari.

In arrivo anche strumenti per la disinfestazione dei luoghi in cui rischiano di svilupparsi epidemie.

È una delle più grandi operazioni di soccorso mai condotte dai giapponesi all’estero e rappresenta un modo per applicare le lezioni apprese dallo tsunami.

“Mi colpisce molto il fatto che i disastri naturali siano terribili – afferma il tenente Hiroshi Ito -. Il Giappone ci è già passato, durante il grande terremoto sulla costa est. Sarebbe grandioso per noi giapponesi se potessimo usare questa esperienza per essere d’aiuto qui.”

Circa 300 famiglie vivono nel centro congressi della città. Molte altre sono sistemate in tende.

A dispetto della mancanza di acqua corrente ed elettricità, una famiglia che vive in un vecchio negozio si sta preparando a festeggiare il Natale.

“È stata un’idea di mia figlia” spiega Josephine Llego. “Tre giorni dopo il tifone, quell’albero di Natale era lì nella spazzatura. Lo ha preso e lo ha rimesso a posto perché era rotto e cadeva a pezzi.”

Il tifone ha ucciso oltre 5000 persone e ha colpito quasi 10 milioni di abitanti, oltre un decimo della popolazione filippina.

0 commenti