Presidenziali in Honduras, vittoria rivendicata da due candidati

askanews

per askanews

884
4 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (askanews) - Esultano i sostenitori del candidato conservatore alla presidenza dell'Honduras, Juan Orlando Hernandez; ma esultano anche i sostenitori della progressista Xiomara Castro. Entrambi infatti hanno rivendicato la vittoria alla corsa presidenziale nel Paese centroamericano. La Commissione elettorale non ha ancora terminato lo scrutinio e già i due candidati gridano alla vittoria.
"Posso dichiarare di essere la nuova presidente", ha detto la Castro, esponente della sinistra.
"Ringrazio per i voti che avete espresso a me e al mio partito e mi appresto a diventare il presidente dell'Honduras", ha affermato da parte sua Hernandez, candidato del Partito nazionale attualmente al potere.
In base ai dati parziali Hernandez avrebbe ottenuto il 34% delle
preferenze contro il 29% di Castro, che però ha accusato il governo uscente di brogli. In caso di vittoria Castro sarebbe non solo la prima donna a governare l'Honduras, ma rappresenterebbe anche il primo caso di vera alternanza politica in un Paese in cui da 45 anni a spartirsi il potere sono due movimenti conservatori, il Partito Liberale e il Partito Nazionale.
"Il popolo honduregno - ha aggiunto Hernandez - ha votato per il rafforzamento del sistema democratico nel paese. Ha votato per la pace, per una vera riconciliazione e per lasciarsi indietro la crisi politica del 2009, che è stata senza alcun dubbio la peggiore crisi della storia del nostro Paese".
Immagini: Afp

0 commenti