Brasile, in Amazzonia il campionato delle tribù indios. A Manaus la più grande competizione amatoriale del mondo

Try Our New Player
askanews
896
28 views
  • About
  • Export
  • Add to
Manaus, (TMNews) - L'atmosfera è quella delle grandi occasioni: si pasteggia a formiche giganti e non mancano i tifosi, la musica e le cheerleader. Certo non è il Maracanà, ma questo a Manaus, nella foresta amazzonica, è comunque il campo di calcio della finalissima del campionato amatoriale più grande del mondo. Qui si affrontano le squadre più forti del peladao, la competizione che mette in campo le diverse tribù di indios."Mio marito si è inventato questo campionato con l'obiettivo di contrastare i pregiudizi e la discriminazione contro gli indios. Molti dicevano che gli indios che vivono in città non sono più dei veri indios", racconta Mara di etnia Cambeba.La città di Manaus è une delle 12 de che ospiteranno i mondiali brasiliani in giugno, ma gli indios vivono ai margini del grande evento. "A ben guardare tra di noi molti potrebbero benissimo essere inclusi nella selecao", dice un ex calciatore professionista. Il campionato è soprattutto un'occaasione per far incontrare i rappresentanti delle tante etnie dell'Amazzonia, per festeggiare ma anche per rivendicare i propri diritti.(immagini Afp)

0 comments