A Firenze Festival del cinema indiano, la madrina è Shabana Azmi. 40 film tra prime nazionali europee e mondiali

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

900
20 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Firenze (TMNews) - E' l'attrice pluripremiata e attivista indiana Shabana Azmi la madrina del 13° "River to River Florence Indian Film Festival", unico festival italiano interamente dedicato alla cinematografia indiana, che si tiene a Firenze, al Cinema Odeon dal 22 al 28 novembre. In programma oltre 40 film, tra prime nazionali, europee e mondiali, oltre a incontri con attori e registi e una mostra di arte contemporanea.Shabana Azmi, cui il festival dedica la prima retrospettiva in Italia, è conosciuta in tutto il mondo anche per l'impegno nel sociale per i diritti delle donne e la lotta contro l'Aids."L'industria dei film ha un ruolo preciso nel dare un'immagine positiva delle donne" dice, ricordando come in India ci sia ancora molto da fare per la difesa delle donne che, dice "da una parte arrivano a ricoprire le massime cariche dello Stato, dall'altra sono ancora vittima di stupri e soprusi"L'attrice, anche presidente di Action Aid India, dice dalla sua posizione privilegiata di sentire forte il dovere di dare voce ai diritti delle donne indiane nel mondo, dove ormai il cinema indiano viene apprezzato per quello che è non più visto solo come una parentesi esotica.Al Festival sarà il pubblico a decretare per ciascuna categoria, documentari, cortometraggi e lungometraggi il vincitore del premio "River to River Bitebay Audience Award".

0 commenti