Londra: tre donne segregate per 30 anni, una di loro ha sempre vissuto in prigionia

Prova il nostro nuovo lettore
34 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Tre donne sono state tenute segregate in casa in stato di schiavitù per almeno trent’anni. Una di loro ha sempre vissuto in prigionia. Accade a Londra, dove la polizia ha arrestato un uomo e una donna di 67 anni.

Le vittime sono una 69enne originaria della Malesia, un’irlandese di 57 anni e un trentenne britannica, probabilmente nata nella casa-prigione.

“L’unità di contrasto al traffico di esseri umani della polizia si occupa di molti casi di schiavitù e di lavoro forzato – spiega Kevin Hyland, capo dell’unità di contrasto al traffico di essere umani della polizia di Londra – Abbiamo avuti casi di persone tenute segregate per 10 anni, ma non avevamo mai visto nulla del genere prima d’ora”.

Le tre donne sono state portate via dalla casa prigione, mentre ai due carcerieri è stata concessa la liberta su cauzione. È stata la donna irlandese a trovare il coraggio di avvisare l’associazione, Freedom Charity, dopo aver visto in televisione un documentario sui matrimoni forzati.

“Penso che occorrano coraggio e forza per alzare il telefono, perché, anche nella schiavitù, spesso chi fa del male diventa un riferimento – spiega Aneeta Prem, fondatrice di Freedom Charity – Quello che hanno fatto è stato molto coraggioso, ma è anche quello che ci si aspetta sia fatto. Sono state tenute in una condizione estrema. È una cosa orrenda vedersi rubare 30 anni di vita”.

La polizia ha liberato le tre donne nella zona sud di Londra lo scorso mese. La loro esistenza era costretta ad un rigido controllo e passavano la gran parte del tempo segregate in casa.

0 commenti