Berlusconi: motivazioni sentenza, sesso con Ruby in cambio di soldi

1 140 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Silvio Berlusconi ebbe rapporti sessuali con Ruby, all’interno del sistema di prostituzione di Arcore, e sapeva che era minorenne. Sono le motivazioni della sentenza di condanna dell’ex premier italiano rese note dal tribunale di Milano.

A giugno i giudici della quarta sezione penale avevano condannato Berlusconi in primo grado a sette anni di carcere e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, per i reati di concussione e prostituzione minorile.

Berlusconi a partire dall’ottobre 2010 pagava i testimoni del processo, tra cui Ruby “con ingenti somme di denaro”, scrivono i giudici. Era inoltre “il regista delle esibizioni sessuali delle giovani donne ad Arcore”.

Inoltre, “abusando della propria carica di presidente del consiglio”, fece pressioni sulla Questura per il rilascio di Ruby che venne poi affidata all’ex consigliere regionale Nicole Minetti.

Intanto è atteso per il 27 novembre il voto sulla decadenza di Berlusconi da senatore, dovuta alla condanna definitiva nel processo per i diritti tv Mediaset.

0 commenti