Obama rende omaggio a JFK alla vigilia dell'anniversario dell'omicidio

Prova il nostro nuovo lettore
15 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Barack Obama s’immerge alla fonte battesimale dell’ideale americano e, a 50 anni dal suo omicidio, rende omaggio a John Fitzgerald Kennedy. Le parole di Obama alla vigilia del 22 novembre seguono la consegna a Bill Clinton della “Presidential Medal of Freedom”, la massima onorificienza civile creata proprio da Jfk.

“È ancora con noi, nel nostro immaginario non tanto perchè ci ha lasciatro troppo presto ma perchè ha incarnato il carattere del popolo che ha guidato” ha detto Obama nel suo discorso alla Smithsonian Institution di Washington. “Forte, risoluto, senza paure, appassionato, pronto a sfide impossibili e soprattutto determinato a rinnovare il mondo, a non accontentarsi di quel che è ma a puntare a quel che potrebbe essere. E nel suo idealismo, nel suo sobrio, spigoloso idealismo, ritroviamo l’idea che il potere di cambiare il Paese è nelle nostre mani”.

Alle 12.30 del 22 novembre 1963 mentre l’auto presidenziale attraversa la Dealey Plaza di Dallas, Kennedy viene colpito, secondo la conclusione ufficiale della Commissione Warren, dagli spari di Lee Harvey Oswald. Quella ricostruzione parziale lascia aperto, mezzo secolo dopo, il dibattito sulla dinamica, le motivazioni e i retroscena dell’omiciodio del XXXV Presidente degli Stati Uniti.

0 commenti