Fi-Ncd a Grasso: regole violate, slitti voto decadenza Berlusconi. Salti data 27 novembre, chiesto nuovo consiglio presidenza

askanews

per askanews

867
15 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (TMNews) - Rimandare il voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi, fissato per il 27 novembre in Senato, perchè la "violazione del segreto della giunta per le elezioni ne ha inficiato i lavori". E' la posizione dei senatori del Pdl, di Forza Italia, di Gal, della Lega che in una lettera al presidente del Senato Pietro Grasso chiedono venga nuovamente convocato il consiglio di presidenza per dirimere la questione. A rappresentare la posizione Elisabetta Alberti Casellati."E' stato violato nella camera di consiglio della giunta per le elezioni l'obbligo di segretezza che hanno tutti i membri" spiega. "Abbiamo chiesto ci sia una votazione su questo e che ci sia una riconvocazione perchè a fronte della violazione del regolamento non abbiamo avuto delle risposte. Riteniamo - sottolinea - che su una questione di status come quello della decadenza di Berlusconi non si possa tenere la seduta del 27". Se Grasso non accettasse la richiesta cosa accadrebbe in aula il 27?Maurizio Gasparri è convinto la domanda venga accolta."Noi abbiamo posto una questione e siamo certi che sia ragionevole venga riunito il consiglio di presidenza"

0 commenti