Il mito di San Pietro a Roma

Doubtfire3000
20
63 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Una tradizione risalente al III secolo ricorda la permanenza di Pietro a Roma per 25 anni (dal 42 al 67 d.C.). Oggi nessun studioso cattolico ammette che Pietro sia rimasto a Roma per 25 anni, poiché ciò contrasterebbe sia con la cacciata dei cristiani da Roma al tempo di Claudio, sia con la presenza di Pietro a Gerusalemme durante il convegno apostolico (ca. 50 d.C.).
Nel 42 Pietro lascia Gerusalemme per recarsi ad Antiochia dove Paolo lo trova poco dopo (At 12, 1s; Ga 2, 11).
Nel 40/50 v'è la riunione degli apostoli a Gerusalemme e in essa Pietro non parla affatto di un suo lavoro tra i Gentili, ma s'accontenta di riferire il fatto del battesimo di Cornelio. Sono Barnaba e Paolo che parlano invece della loro missione tra i Gentili (At 15, 7-11; cfr c. 17).
Nel 57 quando scrive ai Romani, Paolo, pur affermando di non voler lavorare in campo altrui, non dice affatto che la Chiesa era stata evangelizzata da Pietro, come sarebbe stato logico.
Nel 63/64, scrivendo le sue lettere dalla prigionia, Paolo mai allude alla presenza di Pietro457. Gli Ebrei desiderano sapere qualcosa di questa nuova «via» che è tanto avversata, come se nulla sapessero, il che sarebbe stato assurdo qualora Pietro fosse stato a Roma (At 28, 21-24).
Nel 64 d.C. v'è la persecuzione di Nerone con la probabile morte di Pietro.
Si può quindi concludere che Pietro non fu affatto il fondatore della Chiesa di Roma e che, se vi venne come oggi appare quasi certo, vi giunse solo per subirvi il martirio. E' il pensiero del pagano Porfirio, un filosofo neoplatonico, che di Pietro dice: «Fu crocifisso dopo aver guidato al pascolo il suo gregge per soli pochi mesi».
Questa conclusione di Fausto Salvoni, appare comunque improbabile, sia per la scarsità delle notizie sull'ipotetico ultimo viaggio di Pietro ( a Roma), sia per l'età avanzata: Pietro avrebbe dovuto affrontare un lungo e pericoloso viaggio senza alcun apparente scopo, se non quello, inverosimile, di andarvi per una sua improbabile vocazione al martirio!

0 commenti