Advertising Console

    Filippine, preoccupazione per le cure mediche

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    688
    9 visualizzazioni
    Nelle Filippine i sopravvissuti del tifone Haiyan hanno cercato conforto nella messa domenicale, celebrata nei luoghi di culto ancora praticabili, come nella chiesa di Palo, poco lontano da Tacloban, uno dei luoghi simbolo della distruzione.

    Il presidente filippino Aquino:
    “Quando si è di fronte a catastrofi naturali l’unica cosa che si può fare è pregare. Ma è importante anche fare il massimo. 28 Paesi ci stanno aiutando. Potremo rimetterci da questa catastrofe? Certo ma sarà più facile se tutti ci danno una mano”

    Gli aiuti faticano a raggiungere le zone interne, verso le quali mancano ancora di fatto efficaci canali per il passaggio, aumenta la preoccupazione per le condizioni di salute dei circa 4 milioni di sfollati, solo una piccola parte ha accesso alle cure mediche.

    L’aviazione australiana e quella statunitense stanno realizzando collegamenti aerei con le zone colpite di Tacloban e Guiuan. Gli abitanti in fuga alla vigilia dell’arrivo del ciclone tornano indietro, si preparano a rivedere la propria casa distrutta dal tifone.