Mostra su Modigliani, la "Bambina in abito azzurro". I tesori della collezione Netter esposti a Roma

askanews

per askanews

898
41 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (TMNews) - Dalla mostra "Modigliani, Soutine, gli artisti maledetti", "Bambina in abito azzurro", uno dei pochi Modigliani che ritraggono uno sguardo, spiegato dal curatore Marc Restellini: "Siamo davanti a uno dei capolavori di Modigliani, forse il capolavoro: si intitola la bambina in abito azzurro. La cosa rara è che in questo quadro Modigliani ha rappresentato una bambina. Spesso si dice di Modigliani che non rappresenta gli occhi, e in effetti Modigliani si interessa al primitivismo, all'arte africana e all'arte oceanica, dove si dà grande importanza al ruolo della maschera. Nei ritratti di adulti di Modigliani spesso non si vedono gli occhi perché la maschera copre il viso adulto. Per un bambino evidentemente la cosa è diversa; e probabilmente la ragione per cui questa bambina ha gli occhi, è che si trova in un'età in cui non ha ancora rappresentazione sociale, non ha ancora motivo di mascherarsi; ed è uno dei pochi quadri del pittore in cui in effetti si vede uno sguardo.

0 commenti