Filippine: una sopravvissuta ha dato alla luce una bambina. A Tacloban, una delle località più devastate dal tifone Haiyan

askanews

per askanews

868
81 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Tacloban, Filippine (TMNews) - È la storia di un ordinario miracolo in mezzo a un'apocalittica catastrofe umanitaria. A Tacloban, città costiera della Provincia di Leyte, una delle località più devastate dal tifone Haiyan che ha provocato oltre 10mila morti nella Filippine, una sopravvissuta ha dato alla luce una bambina. Alla neonata è stato dato il nome Bea Joy, in ricordo della nonna Beatriz che ha perso la vita nel disastro. "Ho pensato che sarei morta", ha raccontato la madre 21enne dopo la nascita avvenuta in un'area dell'aeroporto semi distrutto, adibita a sala parto di emergenza. Le sue condizioni preoccupano, come spiega il capitano Victoriano Sambale, un medico militare che l'ha assistita nel travaglio."Abbiamo arrestato l'emorragia ma la madre rischia la setticemia. Dobbiamo somministrarle antibiotici per endovena. Ma da ieri non ne abbiamo più, neanche di quelli orali".La situazione dei sopravvissuti è drammatica. "Ci servono acqua potabile e farmaci per i feriti, spiegano. Questa è la nostra emergenza, non fate venire nessuno qui solo per vedere le nostre sofferenze. Non è questo che ci serve".Secondo i dati dell'Unicef, che sta accelerando l'invio di aiuti d'emergenza nelle Filippine, i bambini colpiti dal tifone sono 4 milioni e anche l'Unicef Italia ha deciso di aprire una campagna di raccolta fondi.(Immagini Afp)

0 commenti