Venezuela, Maduro ordina: "Prezzi da usurai, occupate i negozi". A Caracas in centinaia in coda per acquisti a prezzi calmierati

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
48 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Caracas (TMNews) - Il presidente Nicolas Maduro ha ordinato l'occupazione "di Stato" della Daka, una delle più note catene di elettrodomestici del Venezuela perchè responsabile di applicare prezzi eccessivamente alti. E questo è quello che è successo.Code lunghe, lunghissime davanti cinque mega-negozi Daka tra Caracas e altre città del Paese per accaparrarsi un frigorifero, un forno o un piano cottura a prezzi calmierati. Un fenomeno di massa con tanto di scorta da parte dei militari, col governo che accusa di "usura" la catena. La popolazione ovviamente gradisce e plaude alla mossa del pupillo di Chavez:"Finalmente giustizia è fatta in Venezuela, perchè il salario minimo non ci basta - dice Luis in coda - non abbiamo soldi per fare shopping a Natale. Ma alla fine il presidente ha preso questa decisione che ci lascia liberi di comprare e fare le code beneficiando di questa decisione grazie a Dio".L'economia venezuelana affronta da tempo un'inflazione pari al 50% annuo che l'opposizione guidata da Henrique Capriles imputa al governo."Sono misure semplicemente repressive - lamenta Miguel Figueira, all'oppossione - è tutto quello che sanno fare. Non sono provvedimenti per contrastare la crisi, siamo il paese con la peggiore inflazione al mondo. Lo Zimbaue ha meno inflazione di noi. Adesso è abbastanza, la gente è stanca".A sentirla, però, la gente, non si direbbe.(Immagini Afp)

0 commenti