Marine britannico condannato per l'esecuzione di un afghano

Prova il nostro nuovo lettore
52 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il tribunale militare del Wiltshire (nel sud-ovest dell’Inghilterra) ha emesso una condanna di omicidio contro un marine. L’uomo, nel settembre 2011, durante un’operazione di pattugliamento nella provincia di Helmand, in Afghanistan, uccise coscientemente un ribelle afghano già gravemente ferito.

Un video, registrato involontariamente dalla telecamera che uno dei due compagni del militare aveva sull’elmetto, mostra come l’imputato (la cui identità resta segreta) abbia fatto fuoco sul nemico, commentando l’esecuzione con le parole ‘Questo non esce da qui. Ho appena rotto la Convenzione di Ginevra”. Il video finora non era stato visionato perché per il giudice poteva essere propaganda contro l’esercito.

“Ciò che abbiamo ascoltato nel corso delle ultime due settimane – commenta Bill Dunham, Deputy Commandant General Royal Marines – non è coerente con l’etica, i valori e gli standard della Marina Reale. È davvero scioccante, un’aberrazione spaventosa”.

La pena per il condannato verrà stabilita dalla corte marziale il prossimo 6 dicembre. Gli altri due commilitoni sono stati rilasciati.

0 commenti