Capo MI6 nella sua prima audizione pubblica: danneggiati da Snowden

6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Non era mai accaduto prima che i numeri uno delle tre agenzie di intelligence britanniche comparissero davanti al parlamento per un’audizione pubblica. Una novità, frutto anch’essa delle rivelazioni di Edward Snowden, che hanno messo in piazza la collaborazione tra i servizi del Regno Unito e la National security agency americana.

Va da sé che il capo dell’MI6 non è stato tenero con Snowden: “Le sue rivelazioni hanno creato grave pregiudizio alle nostre operazioni – ha detto John Sawers – ora i nostri nemici si stanno sfregando le mani dalla gioia. Al Qaeda è al settimo cielo”.

Il rovescio della medaglia è che lo scandalo del datagate potrebbe costringere i servizi britannici a essere più trasparenti sulle loro operazioni, in futuro. Nemmeno nella patria di 007, infatti, i cittadini accettano di buon grado l’idea di essere intercettati in ogni loro comunicazione. La vita reale non può essere come un film.

0 commenti