Disoccupati record: 1,2 mln in più del 2007. Allarme per giovani. I dati nel documento Garanzia Giovani del ministero Lavoro

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

915
24 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - L'Italia non è un Paese per giovani. L'ennesima conferma arriva dal documento del ministero del Lavoro che, ironia, definisce le linee guida per l'istituzione di una "garanzia per i giovani" nel mondo del lavoro. Dal 2007, 1,2 milioni di italiani in più sono andati a ingrossare le fila dei disoccupati. L'unico dato in controtendenza, però, arriva dai lavoratori tra i 55 e 64 anni, gli unici ad aumentare di oltre 6 punti percentuali. "I giovani - si legge nel documento - sono sicuramente la fascia di età maggiormente colpita dalla crisi occupazionale in atto", con una situazione "particolarmente grave" nel Mezzogiorno dove "il tasso di disoccupazione giovanile rasenta il 45% e quello di occupazione è fermo al 13,2%". A preoccupare, in particolare, è il numero dei Neet, giovani tra i 15 e 24 anni che non lavorano e non studiano: in Italia si stima siano circa 1,27 milioni pari al 21% della popolazione in questa fascia di età, percentuale che supera il 30% in alcune delle regioni più importanti del Mezzogiorno. Il documento, che fotografa l'andamento del mercato del lavoro tra il 2007 e il 2012, dovrebbe portare alla stesura del Piano Nazionale per l'occupazione entro fine anno.

0 commenti