Spazio, spostamenti sulla Iss: Parmitano "riparcheggia" la Sojuz. La navetta russa è stata agganciata a un altro boccaporto

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
38 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Houston (TMNews) - Giornata di spostamenti sulla Stazione spaziale internazionale.L'equipaggio della Expedition 37: il comandante Fyodor Yurchikhin coadiuvato dall'astronauta italiano dell'Esa, Luca Parmitano in qualità di ingegnere di volo e secondo pilota e dall'astronauta dalla Nasa, Karen Nyberg ha spostato la navetta Sojuz Tma-09M sganciandola dal modulo russo Rassvet, dov'è rimasta attraccata per oltre 5 mesi, riagganciandola, con una manovra durata circa 20 minuti, al boccaporto del modulo di servizio Zvezda, lasciato libero dalla navetta cargo europea Atv-4 "Albert Einstein", ripartita per disintegrarsi nell'atmosfera terrestre col suo carico di rifiuti cosmici.La manovra si è resa necessaria per fare spazio alla Soyuz del prossimo equipaggio in arrivo sulla base orbitante il 7 novembre 2013 mentre il ritorno sulla Terra di Parmitano e dei suoi compagni d'equipaggio è previsto per il 10 novembre, con atterraggio nella steppa del Kazakhstan l'11 novembre.Per qualche giorno, dunque, sulla'Iss ci sarà un maxi-equipaggio di 9 persone, mai così tanti dai tempi delle missioni Shuttle.Lo spostamento della Sojuz da un boccaporto all'altro non è una manovra usuale e, come ha confermato lo stesso Parmitano sul suo blog, è stata effettuata con un pilotaggio totalmente manuale."Una manovra fatta raramente - ha scritto l'astronauta - per la quale mi sono addestrato insieme a Fyodor e che quindi sono contento di poter effettuare".

0 commenti