La Turchia inaugura il tunnel che unisce l'Europa all'Asia. Un mega progetto da oltre 3 miliardi di euro voluto da Erdogan

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

926
27 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Istanbul (TMNews) - La Turchia ha inaugurato il Marmaray, il tunnel sottomarino che collegherà Asia e Europa. Si tratta della prima delle grandi opere fortemente voluta dal primo ministro Recep Erdogan a essere completata. Il maxi-evento è stato organizzato in occasione della Festa della Repubblica turca che celebra il 90esimo anniversario della fondazione.Sotto il tunnel, il più profondo al mondo con i suoi 60 metri sotto il livello del mare, è lungo quasi un chilometro e mezzo ed è dotato di una linea ferroviaria di 76 chilometri su cui si stima viaggeranno un milione di persone al giorno. L'idea era stata già avanzata nel 1860 dal sultano Adbulhamit, ma all'epoca non esistevano i mezzi tecnici per costruire opere simili. La continuità del progetto è stata sottolineata con enfasi dai simpatizzanti di Ergogan: "Oltre un secolo fa il sultano Adbulhamit preparò i piani del tunnel che aveva sognato. Erdogan lo ha finalmente realizzato".Il progetto, portato a termine da un consorzio di aziende turco-giapponesi, è costato oltre 3 miliardi di euro e il suo principale obiettivo è ridurre il traffico, problema drammatico e cronico della megalopoli sul Bosforo. Ma non tutti si uniscono al coro di lodi.L'Ordine degli architetti e degli ingegneri di Istanbul ha criticato la maxi-opera parlando di rischio di crollo nel caso di un terremoto, visto che la città sorge su un'area ad alto rischio sismico. Un'eventualità esclusa categoricamente dal ministro delle Infrastrutture.Comunque sia, il tunnel non è ancora operativo nell'immediato e i lavori di costruzioni continueranno ancora per altri anni.(Immagini Afp)

0 commenti