Un balzo oltre ogni barriera, parà disabile vola sopra l'Everest. L'impresa del francese Marc Kopp, malato di Sclerosi multipla

Try Our New Player
askanews
899
44 views
  • About
  • Export
  • Add to
Katmandu (TMNews) - Un balzo oltre ogni forma di barriera: Marc Kopp, un 55enne disabile francese, malato di Sclerosi multipla, è divenuto il primo atleta disabile al mondo a effettuare un lancio col paracadute sul monte Everest. L'uomo, agganciato in tandem all'amico paracadutista Mario Gervasi è saltato giù da un elicottero in volo a 10mila metri. Il paracadute è stato aperto dopo mille metri di caduta libera, dopodiché i due hanno continuato la discesa planando lungo il fianco della montagna più alta del mondo per altri 4.500 metri perima di atterrare su una piattaforma appositamente realizzata a quota 4.500, poco oltre la metà dell'Everest."Sono esausto ma felicissimo", ha commentato Kopp dall'ospedale di Katmandu, in Nepal, dov'è stato portato dopo il volo per doverosi controlli precauzionali.L'atleta, infatti, non ha riportato alcuna conseguenza fisica dalla sua impresa ma ha riconosciuto che la preparazione è stata molto dura e dolorosa.Normalmente Mark usa una sedia a rotelle ma l'eliporto di partenza non era raggiungibile se non a cavallo e questa per lui è stata la parte più faticosa della sua avventura a lieto fine.

0 comments