Advertising Console

    Marina Berlusconi nega ancora di volere entrare in politica. Dissidenti del Pdl come Lupi frenano su strappo: leader è Silvio

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    14 visualizzazioni
    Milano (TMNews) - C'è chi ancora la descrive impegnata a studiare da candidato per Palazzo Chigi, ma intanto Marina Berlusconi torna a smentire in modo categorico qualsiasi intenzione di scendere in campo. "Non ho mai avuto e non ho alcuna intenzione di impegnarmi in politica. Ne ho grande rispetto, ma amo moltissimo il mio lavoro e le aziende nelle quali sono impegnata da ormai oltre vent'anni. Questo è il mio passato e il mio presente, e questo sarà anche il mio futuro" ha scritto in una nota che più tassativa non si può. Certo è che a sbarrare la strada alla presidente della Mondadori non sarebbero i ministri del Pdl, come Maurizio Lupi, che ha giurato comunque fedeltà a Berlusconi qualunque sia le sua futura decisione in fatto di leadership. "Continuo a leggere cose sui giornali che non sono assolutamentevere. Nessuno di noi ha messo in discussione la leadership di Silvio Berlusconi. Le leadership si impongono e il presidente Berlusconi è votato da milioni di persone. Su questo non c'è alcuna gara per chi è più lealista nel riconoscerne la leadership. Non abbiamo mai avuto questioni sulle candidature, primarie o non primarie, per Marina Berlusconi o non Marina Berlusconi". I tentativi di autonomia dal Cavaliere dei dissidenti sono dunque quantomeno congelati e d'altra parte, siano o meno sincere le smentite della figlia maggiore di Berlusconi, i tempi non sono maturi neanche per tirare fuori l'asso dalla manica: annunciare oggi una qualsiasi candidatura di rottura brucerebbe infatti tutto l'effetto sorpresa.