In migliaia a Mosca chiedono libertà per prigionieri politici. Manifestazione contro la repressione di Vladimir Putin

askanews

per askanews

885
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Mosca, (TMNews) - Migliaia di persone sono scese in piazza a Mosca per protestare contro la gestione autoritaria del potere di Vladimir Putin e chiedere la liberazione dei prigionieri politici, vittime della repressione del Cremlino, dall'ex numero uno di Gazprom Mikhail Khodorkovski, in carcere da 10 anni, alle Pussy Riot, gruppo punk condannate per un blitz anti Putin nella principale chiesa di Mosca."Putin è preoccupato per le Olimpiadi e penso che questo sia un buon momento per liberare i prigionieri politici" dice Boris Nemtsov uno dei leader dell'opposizione russa secondo cui bisogna sfruttare l'attenzione internazionale dovuta ai giochi invernali di Sochi 2014."Tutti i prigionieri politici, di destra o sinistra, dovrebbero essere liberati - dice una manifestante - La gente non dovrebbe essere in prigione per le sue opinioni nel 21esimo secolo, in Russia o in qualsiasi altro posto". In generale i manifestanti chiedono più democrazia e diritti, a partire dalla possibilità di esprimere il dissenso."Noi siamo schiavi, i nostri diritti sono stati del tutto violati, la costituzione è rinnegata, 20 anni fa, dopo il collasso dell'URSS, non potevo immaginare che sarebbe successo tutto questo".(immagini AFP)

0 commenti