Advertising Console

    Hollande: Leonarda può tornare in Francia ma senza la famiglia. L'Eliseo prova a chiudere la vicenda della 15enne fermata in gita

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    20 visualizzazioni
    Parigi (TMNews) - "Se Leonarda vorrà continuare a studiare in Francia potrà richiederlo e la sua domanda sarà accolta, ma senza la sua famiglia".Con questo intervento il presidente francese François Hollande intende mettere a tacere le proteste seguite alla drammatica vicenda della quindicenne irregolare, prelevata dalla polizia durante una gita scolastica, ed espulsa in Kosovo con la sua famiglia alla quale era stato negato l'asilo politico. In realtà questa scelta ha innescato nuove polemiche: la ragazza è minorenne, non potrebbe vivere da sola e poi anche i suoi fratellini studiavano in Francia.L'iniziativa di Hollande, è stato precisato, è ispirata solo da motivi umanitari nei confronti dell'adolescente, nata tra l'altro in Italia. Non mette infatti in discussione la correttezza della procedura, come ribadito anche in un controverso rapporto della polizia francese."Non c'è stato alcun errore, la legge è stata perfettamente rispettata - ha precisato il presidente - in tutta questa storia è mancato solo il buonsenso".Per questo Hollande ha annunciato l'invio a tutti i prefetti francesi di una circolare del ministero dell'Interno che vieta gli interventi della polizia nei confronti degli studenti a scuola, come durante le gite o nei luoghi di ricreazione.Dal canto suo Leonarda, che ora si trova a Mitrovica, con i genitori e 5 tra fratelli e sorelle, ha fatto sapere che non intende tornare in Francia senza la famiglia, mentre il papà Resat si è detto pronto a rientrare nel Paese anche illegalmente se l'Eliseo non gli permetterà di farlo osservando al legge.(immagini Afp)