Bologna - Sequestrati 5 milioni di euro ad un noto commercialista (17.10.13)

Pupia

per Pupia

656
11 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Bologna - Sequestrato, da parte della Guardia di Finanza di Bologna, un patrimonio immobiliare del valore di circa 5 milioni di euro ad un commercialista, radiato dall'Ordine dal giugno 2012. Il professionista era finito ai domiciliari in gennaio con l'accusa di peculato: avrebbe fatto sparire circa 1,3 milioni di euro dai conti in cui era depositato l'attivo di cinque aziende fallite, delle quali stato nominato curatore dal Tribunale.

Nel patrimonio oggetto del sequestro, si legge in una nota delle Fiamme Gialle, spiccano "un lussuoso attico di 7 vani ubicato in centro città, un agriturismo di oltre 700 metri quadrati e diversi terreni agricoli per 5.000 metri quadrati".

L'indagine, coordinata dalla Procura di Bologna e condotta dai militari del Gruppo tutela mercato capitali del nucleo di Polizia Tributaria, aveva preso le mosse da una segnalazione della Banca d'Italia in materia di antiriciclaggio in seguito ai prelevamenti di contanti, definiti cospicui, compiuti dal professionista sui conti correnti in cui erano depositate le somme dell'attivo fallimentare che dovevano servire a pagare i creditori.

Secondo le indagini dei finanzieri, che hanno passato al setaccio migliaia di movimentazioni bancarie effettuate dal commercialista, il professionista "in 72 casi, tra il 2004 e il 2010, si è appropriato indebitamente di denaro sottraendolo ai creditori delle aziende fallite per poi reimpiegarlo per trascorrere vacanze al mare o in montagna, per sostenere le spese derivanti dall'acquisto dell'attico in centro città e della struttura agrituristica". In caso di condanna, il commercialista rischia fino a 10 anni di reclusione. (17.10.13)

0 commenti