"Jenuino", il primo bio-social network della filiera corta. Quando fare la spesa è davvero "dal produttore al consumatore"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
41 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Pisa (TMNews) - Ordini al telefono o su internet e i prodotti, rigorosamente biologici, ti arrivano a casa direttamente dai campi del produttore. È l'idea lanciata dai fondatori del portale "Jenuino" che fa da tramite tra gli agricoltori della Maremma e il consumatore finale. Con 49 euro si può provare una cesta di primizie e poi decidere se abbonarsi o meno al servizio. Giacomo Bracci è uno dei fondatori."L'utente - spiega - atterra sulla piattaforma, s'iscrive, dice se è onnivoro, vegetariano o vegano, quanti sono in famiglia, se ha intolleranze o allergie, se ha dei prodotti che non desidera ricevere e gestisce l'abbonamento. Può acquistare un cesta prova o abbonarsi per 3, 6 o 12 mesi".Il progetto è "eco-compatibile" in ogni sua fase. La consegna dei prodotti, infatti, avviene con furgoni ad alimentazione ibrida. Anche la logistica è interna e controllata dal team di Jenuino, che ha messo su un bio-social network della "filiera corta" a tutti gli effetti."Permette - conclude Bracci - di fare esperienze come la vendemmia, la transumanza, la raccolta delle olive, fare corsi di panificazione, di produzione di formaggi, tutte quelle attività che cercano di accorciare le distanze tra il mondo rurale e il mondo cittadino".Le aziende agricole coinvolte nel progetto al momento sono 123, tutte localizzate in Maremma. Jenuino al momento serve la Toscana fino a Firenze e Arezzo ma a breve, aprirà anche a Roma.

0 commenti