Succivo (CE) - Rifiuti e veleni, a Teverolaccio diretta di Raitre (29.09.13)

Pupia

per Pupia

658
50 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Succivo (Caserta). Il tradizionale evento "Puliamo il mondo", promosso ogni anno da Legambiente, che vede i volontari, grandi e piccini, impegnati nella pulizia del territorio, quest'anno ha abbracciato la gravissima questione della "Terra dei fuochi e dei veleni", come è stata ormai tristemente ribattezzata l'area compresa tra l'agro aversano e la zona a nord di Napoli. Al Casal di Teverolaccio di Succivo, quartier generale del gruppo Geofilos di Legambiente, domenica mattina è arrivata la troupe di "Rai Ambiente Italia", che, in diretta su Raitre, ha proposto le testimonianze di rappresentanti politici, delle forze dell'ordine e dell'associazionismo impegnati nella salvaguardia del territorio. Tra questi la direttrice generale di Legambiente, Rossella Muroni, il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo, il direttore di Legambiente Campania e presidente dell'Asìa di Napoli, Raffaele Del Giudice, l'agronomo Antonio Di Gennaro, il vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano, l'assessore provinciale all'agricoltura Stefano Giaquinto, il commissario capo del Corpo Forestale di Caserta Marilena Scudieri, il presidente del Consorzio Mozzarella di Bufala Dop Campania, Antonio Lucisano, il presidente della cooperativa "Sole" Pietro Ciardiello, e il gruppo di Legambiente Succivo guidato dai fratelli Pascale, insieme ad esponenti di Libera Caserta, Comitato Don Diana e del Comitato "No Inceneritore" di Giugliano, questi ultimi reduci dalla grande manifestazione di venerdì sera, con diecimila persone in corteo, e che hanno mostrato le "cartoline", inviate al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di madri con in mano le foto dei propri figli morti di tumori e leucemie. Un'idea lanciata dal parroco di Caivano, don Maurizio Patriciello, per sensibilizzare i vertici dello Stato e l'opinione pubblica nazionale sullo scempio ambientale che infesta il territorio. In collegamento da Firenze c'era anche il ministro per l'ambiente Andrea Orlando che

0 commenti