Advertising Console

    Il riscaldamento globale in aumento, è colpa dell'uomo. Rapporto Onu sul clima: temperature +4,8 gradi entro il 2100

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    47 visualizzazioni
    Stoccolma, (TMNews) - Le temperature della Terra sono sempre più elevate, il biossido di carbonio nell'atmosfera è in aumento, i ghiacciai si assottigliano e i mari si riscaldano, e la colpa è dell'uomo. Sono i risultati del quinto rapporto sui cambiamenti climatici presentato a Stoccolma dal Comitato intergovernativo istituito dall'Onu: in 25 anni l'allarme climatico è aumentato e così il rischio di disastri naturali come siccità, inondazioni, tempeste e innalzamento dei mari. Secondo gli esperti entro il 2100 la temperatura media della Terra aumenterà da 0,3 a 4,8 gradi centigradi e il livello del mare si alzerà da 26 a 82 centimetri."La concentrazione di biossido di carbonio nell'atmosfera è cresciuta di più del 20% rispetto al 1958 e di circa il 40% dal 1750" dice Sandro Fuzzi, review editor del rapporto. L'uomo è chiamato direttamente in causa: c'è una probabilità del 95 per cento che abbia causato più della metà del riscaldamento globale degli ultimi 60 anni. Le stime del 2007 si fermavano al 90 per cento, nel 2001 al 66. Le attività dell'uomo, la deforestazione e l'uso dei combustibili fossili hanno fatto aumentare le temperature, riscaldare gli oceani e sciogliere i ghiacciai. "Le emissioni di gas serra stanno causando cambiamenti climatici in tutte le aree del pianeta, molti dureranno per secoli - spiega Fuzzi - occorrono urgenti e importanti riduzioni delle emissioni di CO2 e altri gas serra".(immagini Afp)