Usa, la ricerca alle prese con i tagli automatici di bilancio. A rischio il ruolo di leadership scientifica innovativa

askanews

per askanews

885
11 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Washington (TMNews) - La crisi economica mondiale non risparmia niente e nessuno. Il Congresso degli Stati Uniti sta preparando la legge di bilancio e deve fare i conti con i tagli automatici della spesa pubblica noti come "sequestration", scattati all'inizio del 2013.Il professor Anindya Dutta, docente di Biochimica e genetica molecolare alla University of Virginia esprime le angosce dei ricercatori Usa. "La situazione sta trasformando la gestione della ricerca scientifica in un autentico incubo rendendo il futuro degli scienziati assolutamente imprevedibile. Non sappiano ancora quanti fondi avremo a disposizione per mandare avanti i programmi di ricerca".Altri settori, come la Difesa e l'Istruzione, stanno vivendo le stesse difficoltà a causa dei tagli di bilancio mentre la sola ricerca medica ha perso già il 5% del budget. Come sottolineano i ricercatori coinvolti non si tratta solo di riduzioni nei programmi e nelle strutture ma della stessa consolidata reputazione degli Stati Uniti come leader mondiale nel settore della ricerca scientifica che ha sempre attratto, come una calamita, i migliori e più promettenti cervelli di tutto il pianeta. Con effetti catastrofici che si faranno sentire nei prossimi decenni.Mentre si avvicina la decisiva scadenza di metà ottobre, il dibattito sulla legge di bilancio del prossimo anno diventa sempre più rovente.(Immagini Afp)

0 commenti