Advertising Console

    Molestie ad una 14enne davanti alle telecamere sorveglianza. Arrestato 59enne

    Riposta
    altarimini

    per altarimini

    12
    114 visualizzazioni
    Venerdì la Squadra Mobile di Rimini ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un 59enne originario di Pesaro. L'uomo è accusato di violenza sessuale aggravata a danno di minore. I fatti sono avvenuti alle 19 di sabato 31 agosto nel residence di Rimini in cui abita l'uomo, professione operatore ecologico: vittima delle sue molestie una 14enne.

    La ragazzina si trovava con alcuni coetanei nello stesso residence riminese, a far visita ad un'amichetta lì alloggiata con la famiglia. L'incontro è avvenuto nella hall: il 59enne le si è avvicinato, cercando il primo approccio con alcune battute. Sembrava tutto finito, ma non è stato così. La 14enne si è avvicinata all'ascensore, ma quando ha spinto il pulsante per aprire la porta, si è trovata di fronte il 59enne. Questi l'ha presa per le braccia e strattonata, trascinandola dentro l'ascensore, il tutto davanti alle telecamere di videosorveglianza. Lui l'ha palpeggiata, umilandola con frasi volgari e un invito in camera per un rapporto sessuale. La ragazzina con grande coraggio è riuscita a divincolarsi e a scappare. Ha chiesto aiuto al fidanzatino, anch'egli minorenne. Insieme hanno affrontato l'uomo, ma lui ha schivato il confronto, non aprendo la porta del suo appartamentino. A quel punto la 14enne ha raccontato tutto ai genitori ed è scattata la denuncia in Questura.