Spiragli salvezza Delfinario Rimini. Comune procede verso acquisizione aree lungomare

Prova il nostro nuovo lettore
altarimini
11
22 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Si aprono spiragli per la salvezza del delfinario di Rimini. Questa mattina si è tenuto a Palazzo Garampi l'incontro tra l'Amministrazione Comunale e la proprietà del Delfinario. La struttura deve essere adeguata, rispettando i requisiti richiesti dalla legge e senza quindi ampliarsi nella spiaggia libera: il Comune è pronto ad assistere la proprietà nel percorso amministrativo per la riapertura del delfinario, anche se da Palazzo Garampi sono già arrivati avvisi sulla complessità della procedura, che prevede il coinvolgimento di enti sovraordinati, quali la Regione Emilia Romagna e il demanio. Monica Fornari, storica proprietaria del Delfinario, ha ribadito che i delfini trasportati all'Acquario di Genova sono comunque nati in cattività: hanno una lunga aspettativa di vita, ma non possono essere liberati, altrimenti morirebbero.
Intanto, in tema lungomare, arrivano buone notizie per il sindaco di Rimini: dopo l'emanazione della legge 90 del 2013, il Comune può procedere per l'acquisizione delle aree del lungomare di proprietà dello stato, comprese le aree di Piazzale Gramsci e della scuola Media Panzini. Oggi la V Commissione Consiliare ha espresso parere favorevole alla proposta deliberativa per l'individuazione dei beni immobili oggetto di domanda di attribuzione ex art. 56 bis della legge 90 del 2013.

0 commenti