Advertising Console

    In Russia il rompighiaccio nucleare Lenin diventa una nave-museo. Fu la prima unità di superficie sovietica a energia atomica

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    207 visualizzazioni
    Murmansk (TMNews) - E' un vero mito della storia russa del 20esimo secolo, primo rompighiaccio sovietico a propulsione nucleare, in servizio per 25 anni dal '59 all'84, durante i quali ha ospitato a bordo personalità del calibro di Richard Nixon, Nikita Khrushchev e Fidel Castro. Parliamo della nave "Lenin", tornata al suo antico splendore dopo un restauro durato più di 15 anni e diventata un museo galleggiante.Il curatore è Simon Mraz, direttore dell'Austrian Cultural Forum."E' un progetto speciale della biennale di Mosca - spiega - anche se quo non siamo a Mosca ma questo è il solo progetto della biennale nella regione Artica"La nave, lunga 134 metri e alta 16, con una massa di 16mila tonnellate ora si trova nel porto di Murmansk, la città piùgrande al mondo oltre il circolo polare Artico, dove è al centro di un progetto speciale della quinta Biennale di Arte Contemporanea di Mosca e della stagione culturale austriaca in Russia; un progetto che racconta un uso diverso dell'energia atomica. Artisti russi, francesi e austriaci creeranno opere di ogni genere: installazioni, fotografie, sculture, dipinti e video che si potranno ammirare direttamente a bordo.La "Lenin" permise all'ex Unione sovietica di affermarsi nel mondo come prima e unica produttrice di rompighiaccio atomici. La nave montava 3 reattori nucleari, 2 dei quali furono protagonisti di altrettanti incidenti negli anni Sessanta.