Sicilia, Crocetta: ok rimpasto, Pd dica chi buttare dalla torre. Il governatore: Chi vuole fare assessore si dimetta da deputato

askanews

per askanews

846
141 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Palermo, (TMNews) - Superato lo scontro con il segretario siciliano del Pd Giuseppe Lupo, il presidente della Regione SiciliaRosario Crocetta si dichiara possibilista su un eventuale rimpasto della giunta di governo, con l'arrivo di figure più strettamente politiche. Ma per non farsi tirare per la giacca dai partiti che compongono la maggioranza, in primis il Partito Democratico, il governatore siciliano fissa alcuni paletti inamovibili."Al Pd ho dato la mia disponibilità a due condizioni - ha spiegato Crocetta -. Che siano loro a decidere quali dei loro uomini devono buttare dalla torre. E chiaramente devono fare una valutazione politica per cui lo fanno. Perché poi magari scopriremo che questa giunta di governo ha lavorato come nessuno mai fino ad ora".Crocetta subordina un eventuale inserimento nella sua squadra di assessori alle dimissioni dalla carica di deputati regionali."Io non ho mai posto nessun veto - ha detto il presidente della Regione -. Chi vuole diventare assessore si dimetta da deputato. Loro hanno accettato questo criterio. Come fatto precedentemente in atri governi".Gli assessori "inamovibili", e su cui comunque il presidente della Regione non ha intenzione di avviare nessuna "trattativa", sono l'assessore alla Formazione Nelli Scilabra, quello al Turismo, Michela Stancheris, e Luca Bianchi, titolare dell'assessorato all'Economia.

0 commenti