Advertising Console

    Sequestrata "nave madre" al largo di Catania: 15 arresti. L'operazione scattata dopo ultimo sbarco di 199 migranti

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    33 visualizzazioni
    Catania (TMNews) - Una "nave madre" lunga trenta metri che trasportava migranti clandestini per poi smistarli su barconi stracolmi. L'imbarcazione è stata sequestrata e 15 persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza nell'ambito di un' operazione contro il traffico di migranti, su provvedimento della Procura Distrettuale di Catania. L'operazione è nata dalle indagini sul tragico sbarco del 10 agosto scorso, in cui morirono sei migranti lungo la spiaggia della Plaia.Si tratta del primo sequestro effettuato in acque internazionali anche in applicazione delle Convenzioni internazionali in materia di diritto di Alto Mare e sul crimine transnazionale.L'operazione è iniziata a 107 miglia sud di Capo Passero, quando un pattugliatore romeno del "Frontex" ha avvistato l'imbarcazione "madre" carica di persone e con al traino un'unità "figlia" più piccola. I mezzi aeronavali, dopo aver assistito a distanza al trasbordo dei clandestini sull'imbarcazione a rimorchio, sono intervenuti per soccorrere i 199 migranti. Solo dopo hanno inseguito e fermato la nave madre che, nel frattempo, aveva invertito la rotta per darsi alla fuga.