Advertising Console

    In piazza a Rimini arriva l'arte di strada con 'La catena di Zampanò'

    Riposta
    altarimini

    per altarimini

    12
    115 visualizzazioni
    Dal fachirismo estremo al clown patafisico, passando per la magia e le bolle di sapone, fino ad arrivare ad un acrobata culinario e un giocoliere comico. Queste alcune delle 'anime' delle compagnie protagoniste il 14 e 15 settembre nel centro storico di Rimini per "La Catena Di Zampanò", premio italiano per l'arte di strada.

    La manifestazione nasce in occasione del ventesimo anniversario dalla scomparsa del maestro Federico Fellini da un'idea dell'associazione culturale "Teatro è libertà" con il sostegno del Comune di Rimini e di numerose realtà locali. Il festival intende omaggiare il lavoro cinematografico del regista che ha raccontato il mondo dell'arte di strada in tanti film, tra cui il premio oscar "La strada" e nel documentario "I clown". Il concorso prevede la partecipazione di dieci fra i migliori artisti di strada italiani che si esibiranno con i loro spettacoli a rotazione continua tra piazza Cavour e Tre Martiri. Una giuria selezionerà i tre migliori show che nella sera di domenica parteciperanno alla finale, quando sarà il pubblico a incoronare, o meglio a "incatenare", il vincitore. In palio c'è infatti la catena di Zampanò, l'oggetto usato negli spettacoli dal personaggio protagonista insieme a Gelsomina del film "La strada". Il trofeo è stato realizzato dagli artisti della Mutoid Waste Company. Oltre a questa onorificenza simbolica saranno consegnati al vincitore anche mille euro in monetine.

    Nelle due giornate di festa il centro storico sarà animato, oltre che dagli spettacoli, da numerosi eventi collaterali a sottolineare il carattere culturale dell'iniziativa. In piazza Tre Martiri sarà infatti visitabile una mostra che con l'installazione di testi e immagini ripercorre la storia del teatro di strada in Italia. In piazza Cavour saranno presenti uno stand gastronomico con piatti tipici del territorio e un mercatino di artigianato artistico. Ci sarà anche modo di divertirsi ballando: i Siman Tov accenderanno piazza Cavour con i loro suoni gipsy-folk la sera del sabato mentre la domenica saranno i The Strikeballs a far scatenare il pubblico con la loro musica rockabilly. Spazio alla riflessione invece sabato alle 20 in piazza Cavour con la conferenza dal titolo "Fellini, magia e arte di strada", tenuta dal docente universitario di semiotica Paolo Fabbri, ex direttore della Fondazione Fellini ed esperto del regista riminese. L'incontro sarà preceduto dalla proiezione in piazza del frammento finale del film "8 ½".

    Tutti gli eventi sono a carattere gratuito.