Siria, la proposta russa va all'Onu ma gli Usa restano vigili. Kerry: "Non aspetteremo troppo a lungo"

askanews

per askanews

871
11 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
New York (TMNews) - La matassa siriana si sposta, almeno per ora, alle Nazioni Unite e la diplomazia, dopo la mossa russa, torna a prevalere sui venti di guerra. Francia, Stati Uniti e Gran Bretagna hanno infatti trovato un accordo per esaminare in sede Onu la proposta di Mosca e Obama vorrebbe investire il palazzo di Vetro anche nell'evenentualità di una futura azione militare. Opzione che Washington ha messo ora in secondo piano, ma che non è certo scomparsa dallo scacchiere, come spiega il Segratario di Stato americano John Kerry."Stiamo aspettando le proposte siriane - ha detto Kerry - ma non aspetteremo troppo a lungo".La Russia ha ribadito di non volere una risoluzione Onu che preveda l'uso della forza, e la sfida diplomatica continua.Intanto dalla Siria arrivano immagini di altri bombardamenti alla periferia di Damasco e nel Paese, già martoriato dalla guerra civile, si continua a morire.(immagini AFP)

0 commenti