Litigio violento nel Palermitano, accoltella genitori e fratelli. Arrestato dopo una breve fuga: non voleva prendere la medicina

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
78 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Palermo, (TMNews) - Litiga con la famiglia perchè non vuole prendere una medicina e al culmine dello scontro verbale accoltella i genitori, la sorella e il fratello, ferendoli in modo grave. È successo a Belmonte Mezzagno, vicino a Palermo. L'autore del gesto, un giovane di 26 anni, è poi fuggito dalla casa dei genitori ed è stato rintracciato dai carabinieri e arrestato dopo qualche ora con l'accusa di tentato omicidio e lesioni gravi: si era nascosto in un casolare di campagna.Il litigio violento, scoppiato nel cuore della notte, sarebbe nato dal rifiuto del giovane di assumere alcune medicine: per reazione avrebbe accoltellato il padre di 52 anni e la madre di 42, la sorella di 16 anni e il fratello di 25, che è in grave pericolo di vita. L'arma del delitto, un coltello da cucina, è stata recuperata dai carabinieri e sequestrata. I carabinieri sono arrivati sul posto avvertiti da una telefonata al 112 e hanno trovato i feriti: l'accoltellatore si era già nascosto, ma poi è stato scoperto e portato in caserma.

0 commenti