La Norvegia svolta a destra due anni dopo la strage di Breivik. I conservatori al potere con il nuovo premier Erna Solberg

askanews

per askanews

846
3 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Oslo (TMNews) - Dopo 8 anni la Norvegia svolta a destra e consegna il governo del Paese in mano al partito conservatore a due anni dalla strage compiuta nel luglio del 2011 a Oslo dal terrorista di estrema destra Anders Breivik che, in un duplice attentato, causò la morte di 77 persone.E Per la prima volta nella storia del Paese scandinavo, entrerà a far parte dell'esecutivo anche la destra populista e anti-immigrazione con il Frp, il Partito del Progresso, la formazione nella quale aveva militato Brevik."Oggi voi avete contribuito a scrivere la storia, questa è una vittoria storica per il centrodestra". Ha detto nel suo discorso di ringraziamento agli elettori il leader dei conservatori norvegese e premier designato, Erna Solberg che ha correttamente ringraziato il suo avversario, Jens Stoltembreg, leader dei populisti, per aver guidato la Norvegia in un momento particolarmente difficile.Le quattro formazioni di destra e centrodestra norvegesi hanno una maggioranza forte in Parlamento, con 96 seggi su 169. L'opposizione di centro-sinistra ne manterrà 72.(Immagini Afp)

0 commenti