Advertising Console

    Roger Waters in difesa degli ultimi resti del muro di Berlino. L'ex Pink Floyd dice no all'abbattimento della East Side Gallery

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    135 visualizzazioni
    Berlino, (TMNews) - Quel che resta del muro di Berlino trova un sostenitore molto accreditato. Quel Roger Waters che con i Pink Floyd ha concepito il "muro" più celebre della musica. Il bassista, in tournée in Germania proprio con lo spettacolo The Wall è passato dalla East Side Gallery, una delle ultime porzioni di muro di Berlino che rischia di essere abbattuta per far posto a un immobile di lusso. "Sostengo totalmente il movimento che si oppone al progetto immobiliare - ha detto Waters - Devono sopravvivere dei luoghi della memoria che testimonino i tempi cupi della guerra fredda". Lunga circa 1.300 metri metri, la East Side Gallery è una porzione di Muro completamente colorata dai murales di artisti che in tanti anni sono passati da Berlino per dare un contributo. L'ex Pink Floyd ha posato di fronte a un nuovo affresco che ricorda la copertina dell'album "The Wall". E, a proposito di muri, Waters ha dichiarato che solitamente "è abituato ad abbatterli e non a raccomandarne la conservazione" ma che in questo caso ha fatto un'eccezione.(immagini Afp)