Advertising Console

    Occhiali speciali per non vedenti grazie ai sistemi satellitari. Tajani: il segnale è molto preciso, UE investe su spazio

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    22 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - Un paio di occhiali apparentemente semplici, in realtà dotati di una antenna con segnale satellitare che consentirà di guidare ipovedenti e non vedenti in città o in casa senza necessità di un accompagnatore. È la novità introdotta dal sistema operativo satellitare Galileo resa possibile grazie al lancio di trenta satelliti entro il 2020 che porterà numerose novità in servizi nei settori dell'agricoltura, della pesca, della salute e della protezione civile. Come spiega il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani:"Grazie al segnale di Galileo si potranno realizzare degli occhiali che ipovedenti e non vedenti potranno utilizzare senza essere accompagnati in giro per la città e senza il bisogno di un sostegno di un'altra persona, di un cane o di un bastone".Il nuovo sistema per ipovedenti e non vedenti è stato già sperimentato con successo a Londra. "Anche il test fatto al Fucino ha dimostrato che il segnale è molto più preciso del Gps americano e questo ci incoraggia ad andare avanti, anche come Unione Europea, nella politica spaziale".Tajani ha partecipato a Roma alla presentazione dell'European Space Expo, che si svolge in piazza del Popolo fino al 6 settembre. Una mostra interattiva che ha per obiettivo sensibilizzare i cittadini sull'importanza dello spazio nella vita di tutti i giorni.